Recensione/Review: Cadence

tumblr_inline_oa1ta64qdo1swk1pk_500

Autore: Neon Shudder (bandcamp; tumblr)

Genere: fantascienza, cyberpunk

Anno: 2016

Note: Cadence è un progetto multimediale composto da musica, narrazione e immagini. Il tutto mi è stato inviato dall’autore in cambio di una recensione, ma la cosa non influenzerà la mia opinione. Il romanzo per ora è disponibile solo in inglese.


Cadence non è solo un romanzo breve: è infatti il titolo di un album composto da 20 tracce (quasi tutte strumentali) ad opera di Neon Shudder e altri artisti ospiti.
Ed è anche il nome della città dove è ambientata la storia: una metropoli futuristica costruita su un’isola artificiale con un suo governo e le sue regole, come spiegato da “Welcome to Cadence”, traccia musicale che legge con una voce apparentemente sintetica il contenuto del secondo capitolo. La forza di Cadence sta nelle sue industrie high-tech (dalla robotica agli armamenti) e in tutto ciò che ne è connesso. Ed è qui che incontriamo il gruppo Go!, un piccolo team di persone specializzate in vari ambiti e che si occupano di vari lavori, siano consegne, recuperi, sorveglianza e tanto altro. Ma soprattutto, i membri del Go! sono ottimi amici. Sam si occupa delle missioni stealth, Vale delle armi pesanti, Ike e sua sorella Hanako dell’assistenza a distanza, di tutto ciò che riguarda la rete e tanto altro. Un giorno vengono assunti per un lavoro molto particolare: qualcuno sta uccidendo i membri del comitato esecutivo di Cadence uno a uno. La faccenda è segreta, ma non sarà facile tenerla nascosta per sempre. E quel che è peggio, tutti gli indizi sembrano rimandare a Daniel Skinner, figlio del defunto Gerald Skinner, ex CEO di Cadence… ma Daniel Skinner dovrebbe essere in coma dopo l’esplosione di una fabbrica. Il gruppo Go! dovrà fare indagini sull’argomento e portare i risultati alla polizia. La paga è alta, ma è una missione molto rischiosa…

Cadence sembra un’avventura di Shadowrun o di qualche altro rpg a tema cyberpunk, e lo dico come un complimento. Non si possono non apprezzare i membri del Go!, e la storia ha un buon ritmo ed è piena di azione. L’effetto rpg è visibile soprattutto nella prima parte (introduzione all’ambientazione e ai personaggi, chiamata all’azione e così via), ed è interessante come lettura poiché si riconoscono certi dettagli, e il lettore/la lettrice penserà che gli avvenimenti si svilupperanno in un certo modo… ma non è così. Mi sono piaciuti in particolare due colpi di scena molto ben calibrati che sono riusciti a sorprendermi. Non è una storia super innovativa, ma è decisamente godibile.

Non sono una fan del narratore onnisciente di solito, ma devo dire che qui è stato usato bene, non ci sono troppi spiegoni e le informazioni sono ben dosate, ed è necessario per l’impostazione della storia: consente al lettore/alla lettrice di vedere cosa succede a una riunione dei pezzi grossi di Cadence e così via.
Purtroppo c’è qualche refuso qua e là, cosa che mi distrae ed è un peccato perchè è un lavoro molto curato, con tanto di illustrazioni e una finta pagina del sito del governo di Cadence. Come omaggio all’amore del cyberpunk per gli esagoni gli sfondi delle pagine hanno un pattern a esagoni, e tanto altro.

Sono molto più brava a valutare le storie rispetto alla musica, ma posso dire che adoro l’idea di abbinare canzoni e capitoli: sono combinati, ma ovviamente non è obbligatorio, e non sarà mai un accoppiamento perfetto durante la lettura visto che alcune canzoni sono troppo corte per capitoli lunghi e viceversa, ma so che sto chiedendo troppo (e che ognuno ha tempi di lettura diversi). Tra le mie tracce preferite segnalo Go! Go! Go!, Follow the Trail of Blood, Satellite Collector e Galvanized. Si abbinavano perfettamente alle scene, e penso che faranno capolino nella mia playlist da allenamento.

Cadence è un’idea piacevole, e se amate le storie cyberpunk classiche, allora fa per voi. Aggiungete anche la musica e sarà come leggere un’avventura a Shadowrun invece di giocarla.

Voto 8-


Author: Neon Shudder (bandcamp; tumblr)

Genre: sci-fi, cyberpunk

Year: 2016

Notes: the book and the music were sent to me by the author for reviewing purposes, but it will not influence my opinion.

Cadence is not just a short novel. It is, in fact the title of a full lenght album (20 tracks) by Neon Shudder and some guest artists. And it’s the name of the city where the story takes place. Cadence is afuturistic metropolis set on an artificial island with its own government, as the “Welcome to Cadence” track explains reading the second chapter of the story in a seemingly synthetic voice. Cadence’s power lies in its high-tech industry (from robotics to weaponry) and everything connected to it. Here we meet the Go! Group, a small party of people specialized in different tasks who take many kinds of jobs, from deliveries to recoveries of various kinds. But, most importantly, the members of the Go! are friends. Sam is the stealth specialist, Vale is the muscle, Ike the desk jockey and his sister Hanako helps with various tasks. One day they get hired for a very special job: someone has been assassinating the members of the Cadence exec board. So far it has been kept a secret, but it’s not a truth that can be kept hidden forever. Worst of all, the only traces seem to point towards Daniel Skinner. Son of the late Gerald Skinner, once Cadence’s CEO, he is supposedly into a coma, still recovering from a factory explosion. The Go! team has to investigate on the subject and bring the results to the police. The pay is very high, but so are the risks…

Cadence feels like a Shadowrun adventure, and I am saying this in the best possible meaning. It’s impossible not to like the Go! team, and the story is fast-paced and full of action. The rpg effect is present mostly in the first part (introduction to setting and main characters, characters get hired and so on), and it’s interesting because, as a reader, you recognize tropes. You think things will develop in a certain way. But they don’t. A couple of plot twists were very well handled and managed to surprise me. It’s not a groundbreaking story, mind you, but it’s definitely enjoyable.

I am not a fan of the omniscient narrator, but I have to say I am pleased it was not used too much to convey unnecessary (or badly written) infodumps, and it was necessary for the structure of the story as it gives the reader firsthand access to a Cadence board meeting, and much more.
Unfortunately there are a few typos scattered here and there which I found distracting, and it’s a pity because it’s evident that there is some serious work behind it. There are various illustrations inside, and even a fake page from the government of Cadence website. As a homage to cyberpunk’s lifelong love of hexagons, the background of the pages has a hexagon pattern too.

I am much better at judging stories than music, but I loved the idea of pairing music and narration. Songs and chapters are combined, but you can enjoy them separated as well. A pity that a few songs were too short for long chapters and vice versa, but I realize I am asking for the moon here. Some of my personal favourite tracks include Go! Go! Go!, Follow the Trail of Blood, Satellite Collector and Galvanized. I loved how well they fit their scenes, and will probably add some of these to my personal workout playlist as well.

Cadence is a very fun project and if you love “classical” cyberpunk stories, you’re gonna love this one. If you add the music, it’s like reading a Shadowrun adventure instead of playing it.

Vote: 8-

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...