Recensione: Festa di Primavera // Review: Spring Festival

tumblr_inline_oas6j4uc951swk1pk_500

Autore: Xia Jia

Genere: fantascienza

Anno: 2015

Note: Raccolta di racconti pubblicata da Future Fiction. Traduzione di Gabriella Goria.


Come autrice, Xia Jia si concentra principalmente sui racconti brevi. E ognuno di questi racconti è un microcosmo meraviglioso. L’Estate di Tongtong si concentra sul tema del sempre crescente numero di anziani che hanno bisogno di cure, e lo fa attraverso gli occhi della piccola Tongtong, che fa amicizia con Ah Fu, l’androide che si occupa del nonno.

In Festa di Primavera, divisa in 5 parti (Felicità, Rabbia, Amore, Dolore, Gioia), Xia Jia dipinge dei piccoli quadretti di vita quotidiana cinese in un futuro non troppo lontano. Nuove tecnologie e vecchie tradizioni non solo coesistono, ma sono l’una al servizio dell’altra, come quando aiutano dei genitori a celebrare un magnifico Zhuazhou, il primo compleanno di un figlio, o aiutano una giovane a trovare un marito perfetto grazie a degli algoritmi innovativi.

In Stanotte Sfilano Cento Fantasmi la tecnologia rende reali gli eroi e i mostri delle antiche leggende, sempre attraverso gli occhi di un bambino, che vive tra loro e li considera amici o genitori.

Con un paio di sapienti pennellate Xia Jia fa entrare il lettore in un mondo che, per un lettore occidentale, è molto distante. Eppure certe cose sembrano universali: la ricerca dell’amore, il desiderio dei genitori di una vita felice e sana per il figlio, gli anziani che odiano sentirsi un peso… l’apparente delicatezza del suo stile non rende certo le storie che crea meno forti.

Un elemento piacevole di questi racconti è l’ottimismo. Un paio di storie sono più malinconiche, ma anche in quelle c’è spazio per la speranza. Ci sono androidi, ologrammi, una televisione a dir poco invasiva e una tecnologia onnipresente, ma la tecnologia stessa non è mai il nemico in questi racconti: è uno strumento. Nella maggior parte dei casi, poi, è uno strumento che si usa per arricchire le vite delle persone. Siamo molto lontani dall’onnipresente “la tecnologia ci rende stupidi”, anzi, qui c’è proprio il contrario, eppure senza raggiungere livelli utopici.

La mia esperienza della fantascienza cinese è finora limitata, avendo solo letto questi racconti e quelli di Chen Qiufan (non ho ancora affrontato il famoso The Three Body Problem), perciò non posso mettere questi racconti nel contesto più ampio della fantascienza cinese. Ma so riconoscere delle belle storie quando le leggo, da dovunque provengano. E questi racconti meritano davvero una letta.

Voto 8,5


 

Author: Xia Jia

Genre: sci-fi,

Year: 2015

Notes: Collection of short stories published in Italy by Future Fiction and translated by Gabriella Goria.

As an author, Xia Jia focuses mainly on short stories. And each one of these stories is a wonderful little microcosmos. Tongtong’s summer explores the theme of the growing number of elders and the need to care for them through the eyes of little Tongtong, who befriends the Ah Fu – the android that takes care of her grandfather. In Spring Festival, divided into five parts (Happiness, Anger, Love, Sorrow, Joy) Xia Jia paints little portraits of chinese daily life 10 minutes into the future. Technology and traditions don’t just cohexist, but one serves the other, as it helps parents to celebrate a magnificent Zhuazhou (the child’s first birthday) and helps a young woman find a suitable match thanks to complex algorithms.

In A Hundred Ghosts Parade Tonight technology makes the heroes and monsters of old legends real, seen this time through the eyes of another kid, who lives among them and holds these androids as dear friends and caretakers.

With a few fictional brushstrokes, Xia Jia gives the reader immediate access to a world that may be very distant from their own. And yet certain things seem to be universal. The search for love, the desire parents have to see their children grow up successful and healthy, the hate elders have for feeling like a burden. The delicacy of her narrative doesn’t make her stories any less stronger.

A beautiful element pertaining to her stories is optimism. A couple of stories are more melancholic, but even those leave a hint of hope. There might be androids, holograms, invasive television and omipresent technology, but technology per se is never an enemy in these stories. It is, pure and simple, a tool. In most of cases, it is a tool that can be used to enrich people’s lives. Far from the rallying cry of “omnipresent technology makes us dumb”, some of these stories are unapologetically optimist. And not in an utopian, impossible way either.

My experience with chinese sci-fi is, admittedly, limited. I have only read stories by Chen Qiufan and by Xia Jia, and I haven’t tried the famous The Three Body Problem yet. I cannot claim I can place it within the context of chinese sci-fi. But I can recognize a good story when I read one, whatever its origin. And Xia Jia’s stories are good.

Vote 8,5

Annunci

2 pensieri su “Recensione: Festa di Primavera // Review: Spring Festival

  1. Sento spesso menzionare la fantascienza cinese, ma come in questo caso sembra dalle recensioni niente più che una riproposizione delle fiabe/mitologie tradizionali, una reskin con un pizzico di “scienza”. Non è una critica, ma di fronte a trame del genere, ad esempio:

    “In Stanotte Sfilano Cento Fantasmi la tecnologia rende reali gli eroi e i mostri delle antiche leggende, sempre attraverso gli occhi di un bambino, che vive tra loro e li considera amici o genitori.”

    Ci si chiede quale sia la “rielaborazione” e/o sovversione, se c’è.

    Mi piace

    • C’è da dire che non si può generalizzare, la fantascienza di Chen Qiufan è molto diversa da quella di Xia Jia ad esempio, e così penso che valga per ogni autore. Xia Jia ha un tocco più “casalingo”, sì, ma credo che sia difficile valutarne l’impeto sovversivo con parametri occidentali. Comunque grazie del commento!

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...